Casa Natura


Resistenza al fuoco

Resistenza al fuoco

Seppur privo di fondamento, è pregiudizio diffuso credere che in caso di incendio una struttura in legno bruci più velocemente rispetto ad un edificio costruito con i materiali dell'edilizia tradizionale. Come è noto le strutture in calcestruzzo armato hanno una certa vulnerabilità quando esposte all'incendio, soprattutto a causa della perdita significativa delle caratteristiche meccaniche del ferro di armatura, a partire già dai 400°C, mentre a circa 600°C risultano praticamente dimezzate.

ll legno, se sottoposto all'azione dell'incendio, partecipa alle fiamme, ma questo non gli impedisce di avere ottime classi di resistenza al fuoco. Infatti la carbonizzazione delle parti più esterne della parete, aiuta a mantenere un'anima solida, non interessata dalle fiamme, che verrà erosa con l'avanzare dell'incendio.

Il test ha dimostrato, oltre ogni ragionevole dubbio, che gli edifici realizzati in legno hanno caratteristiche meccaniche di resistenza al fuoco nettamente migliori rispetto agli edifici costruiti in edilizia tradizionale, ovvero utilizzando materiali come cemento e acciaio. Durante il test una parete in legno, sul lato interno dell’edificio, è stata sottoposta ad un incendio durato oltre 2 ore. La temperatura all’interno dell’involucro ha toccato un picco di 1075°.

Nonostante queste condizioni estreme, all’esterno della parete la temperatura in superficie oscillava tra i 14° e i 24° e la temperatura dell’aria si assestava attorno agli 11 gradi. In caso di intervento dei vigili del fuoco la bassa temperatura avrebbe permesso un intervento senza rischi.

Catalogo e richiesta
Invio catalogo
Richiedi una consulenza per personalizzata
Catalogo e richiesta